Baby Blues: Cosa puoi fare?

Il miglior trattamento per il Baby Blues è sapere che probabilmente ci sarà.

Quando le donne diventano mamme, provano un’ampia gamma di emozioni, da quelle positive e attese a quelle negative e impreviste. baby blues -cause

Se arriviamo alla maternità aspettandoci che proveremo sia le une che le altre, le nostre aspettative e la realtà saranno congruenti. Non trovando un contrasto stridente tra quello che ci attendevamo e quello che accade nella realtà saremo in grado di accettare gli inevitabili momenti di tristezza come parte normale delle prime settimane di maternità.

La realtà, però, è che poche donne sono preparate a questa esperienza assolutamente normale.

Quando sei nel mezzo di una crisi di piano o dei pensieri negativi, dì a te stessa “è normale. Lascia che sia così”.

Non cercare di smettere di piangere o di avere pensieri negativi, così come fai con i momenti di gioia. Se smettiamo di lottare contro i pensieri e le emozioni che consideriamo inaccettabili, è più probabile che loro se ne vadano da sé. Piangi finché ti senti di piangere; poi quando è passata, fai delle cose che hai da fare. Probabilmente c’è un momento di gioia che ti aspetta giusto dietro l’angolo.

Diventare madri è un enorme cambiamento nella vita!

baby bluesIn generale, adattarsi a un nuovo ruolo è sempre difficile e non succede da un giorno all’altro. Sebbene tu possa essere cresciuta con la convinzione che ti saresti sentita madre nell’esatto momento in cui ti avrebbero messo in braccio tuo figlio, per molte donne non è così.

Se ti ritrovi a piangere perché ti senti sopraffatta, insicura di te o dubbiosa riguardo al fatto che forse non avresti mai dovuto avere un figlio, ricorda a te stessa che tutto ciò è assolutamente normale. Datti tempo di adattarti a questo nuovo ruolo. Uno dei motivi per cui il baby blues tende a passare dopo le 3 settimane dal parto è che le mamme iniziano ad abituarsi a questa nuova fase della loro vita e a sentirsi più a proprio agio con i compiti di cura quotidiana del neonato.

In questo momento è anche utile che analizzi e modifichi il tuo comportamento.

Sebbene molti dei pensieri che si presentano con il baby blues possano essere dovuti agli sconvolgimenti ormonali, questo non significa che tu non possa fare nulla per renderti la vita più facile.

Piangi perché sei stanca morta? Chiedi ad un’amica di venire un’oretta a guardarti il bambino e riposati.

Stai avendo pensieri negativi perché ti sembra di non riuscire a combinare nulla? Scrivi una lista delle commissioni che possono fare tuo marito o tua madre.

Ti viene da piangere perché hai difficoltà con l’allattamento al seno? Domanda consiglio all’ostetrica.

Forse più che mai nella tua vita questo è un momento in cui devi prestare attenzione ai tuoi bisogni e chiedere – e accettare – di farti aiutare!

Annunci

Un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...