Baby Blues: cos’è e da cosa è causato?

baby bluse- immagineIl termine Baby Blues indica un breve periodo di tempo, dopo il parto, durante il quale le donne sperimentano una miriade di emozioni. Un momento la mamma piange per la gioia di avere avuto un bellissimo bambino e il momento dopo piange per il terrore di non sapere come fare a prendersene cura.

Alcune mamme si ritrovano a piangere senza neanche sapere per cosa stanno piangendo.

La maggior parte delle mamme non si sorprende per il fatto di piangere di gioia; sono le reazioni emotive negative che tendono a spaventare.

La sintomatologia del baby blues è caratterizzata da pianto improvviso e immotivato, stanchezza, irritabilità e nervosismo, labilità dell’umore, paura e preoccupazione eccessiva per il neonato e paura di non essere all’altezza delle sue richieste. Possono manifestarsi disturbi del sonno e dell’appetito.

Da cosa è causato il Baby Blues?

I principali indiziati potrebbero essere gli ormoni. Durante la gravidanza, per diversi mesi i livelli di estrogeno e progesterone sono costantemente molto alti. Dopo il parto, però, questi livelli ormonali crollano. Si ritiene che questo improvviso e cospicuo cambiamento ormonale sia la causa delle alterazioni dell’umore che si osservano così spesso nelle neomamme.baby bluse-help

Il Baby Blues tende a raggiungere l’apice circa 5 giorni dopo il parto per poi ridursi a distanza di 3 settimane, quando il corpo si abitua ai nuovi livelli ormonali. Può contribuire anche la spossatezza fisica conseguente al parto e la fatica di prendersi cura di un neonato 24 ore su 24.

Quando le mamme scoppiano per la prima volta in lacrime o hanno il primo pensiero negativo sul bambino o sul fatto di essere diventate madri, le loro menti balzano subito alla prospettiva catastrofica “forse non avrei dovuto fare un figlio” oppure “cosa ho che non va? in questo momento dovrei essere felice e basta” o ancora “sarò una pessima madre”.

Ogni emozione negativa è completamente in contrasto con quello che ci aspettiamo di pensare e provare nel momento in cui ci mettono in braccio quel meraviglioso fagottino. Questa incongruenza tra aspettative e realtà può scaturire ulteriori pensieri negativi.

La percentuale di donne colpite da baby blues oscilla tra il 50 e l’84%, di cui circa il 20% sviluppa la depressione post parto

leggi anche.. Baby Blues: Cosa puoi fare?

Annunci

Un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...