Fai ordine con una mappa concettuale!

 Le mappe concettuali sono un ottimo supporto per memorizzare le cose velocemente, ma soprattutto per ricordarle a distanza di tempo.

mappa concettuale

Per fare una mappa concettuale si parte da un concetto vasto. Da questo poi si creano tutta una serie di ramificazioni, che scendono sempre più nello specifico.

Un esempio molto simpatico è la collezione IKEA:Quei nomi impronunciabili e divertenti sono in realtà frutto di una mappa del CEO Ingvar Kamprad che, convivendo da sempre con problemi di dislessia, ha ideato questo particolare sistema per memorizzare e riconoscere i suoi prodotti.

ikea

Innanzi tutto IKEA è l’acronimo di “Ingvar”, “Kamprad” (nome e cognome del CEO), “Elmtaryd” (il nome dell’abitazione in cui egli ha passato la sua infanzia) e “Agunnaryd” (il nome del paesino nei pressi della casa chiamata Elmtaryd).

Tutti i prodotti invece sono collegati a particolari categorie:

  1. I nomi maschili più comuni in tutta la Scandinavia vengono utilizzati per ogni tipologia di libreria e per i mobili e le sedie da ufficio: Billy, Markus, Patrik.
  2. I nomi femminili vanno ai tendaggi e a tuttala biancheria per la casa: Elly, Grynet, Ingert.
  3. I nomi di animali sono utilizzati per l’arredamento per i più piccoli: Mammut, Mula.
  4. Il nome di alcune cittadine della Norvegia danno il nome alle strutture letto, gli armadi e gli arredi per il salotto e il soggiorno: Hemnes, Trysil, Morvik.
  5. Alcuni paesi della Svezia invece danno il nome a tavoli, sedie da cucina, poltrone e divani: Soderhamn, Norsbong, Kivik, Timsfors.
  6. Le isole della Scandinavia vengono indirizzate agli arredi da giardino: Brommo, Tarno, Siaro.
  7. Le città della Danimarca denominano i vari tappeti: Adum, Hampen, Havbro.
  8. Funghi e pesci sono utilizzati per nominare gli articoli da cucina: Forbluffad, Annons.
  9. Stagioni, mensilità e giorni sono abbinati a lampade e lampadari.

Tutto ciò che riguarda le decorazioni prende i nomi da memoria-ricordialcuni “slang” linguistici utilizzati in Svezia e anche da alcune delle sue città. Gli altri accessori e soprammobili possono invece prendere il nome da alcuni tipi di frutta, piante e spezie.  Ovviamente ci sono anche delle eccezioni in quanto  molti designer chiedono di poter dare un nome diverso ai prodotti che realizzano. Ad esempio il letto “Smörboll” è stato denominato prendendo spunto da un fiore che nasce nei Paesi nordici. “Fyrkantig” vuol dire “quadrato” ed è il nome di alcune candele presenti da Ikea. “Ekorre” significa “scoiattolo”, ma paradossalmente è il nome di una renna giocattolo molto amata dai bambini di tutto il mondo.

Spesso pensiamo alla mappa concettuale come uno strumento utile per studiare, in realtà può essere utilizzata anche per fare ordine nella nostra mente e memorizzare molte informazioni!

Non è certo possibile imparare lo svedese con questo piccolo articolo.. tuttavia ci fornisce una visione più coerente di tutti quei strani nomi di fronte cui spesso ci sentiamo spiazzati e un esempio concreto dell’utilità delle mappe concettuali!!

Annunci

Un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...