Quando l’italiano in Italia è la lingua straniera

Sono circa 730.000 gli studenti non italiani delle nostre scuole.

bambini stranieri scuola apriliaL’apprendimento della lingua italiana per gli studenti provenienti da decine di Stati diversi è stata e continua a essere un’emergenza non solo didattica nelle aule Italiane.

Inoltre indagini Istat rivelano che sono più della metà i cittadini stranieri residenti in Italia ad avere difficoltà nella nostra lingua:

  • Il 54,6% dei cittadini stranieri residenti a Roma
  • Il 65,6% dei cittadini stranieri residenti a Milano
  • Il 74,3% dei cittadini stranieri residenti a Napoli

rispetto al 60,8% della media nazionale.

In risposta a questi dati le scuole si attrezzano, istituiscono corsi annuali e biennali di L2 (lingua italiana per stranieri). Quando non basta interviene la normativa sui BES, i Bisogni Educativi Speciali, che si preoccupa anche del disagio di tipo linguistico dei nostri alunni.

L’educazione scolastica dei bambini bilingui richiede infatti un’attenzione particolare rispetto a quella dei bambini monolingui.

bilinguismoLa sostanziale diversità riguarda soprattutto la formazione degli insegnati che operano nella scuola di base (materna e elementare). Un preconcetto riguardante gli individui bilingui è l’opinione che essi siano sostanzialmente “diversi”. Si tratta di un opinione errata condivisa anche da molti bilingui. In realtà la conoscenza di una sola lingua non è la norma ma piuttosto l’eccezione, infatti più della metà degli esseri umani è plurilingue.

Cosa cambia nello sviluppo del linguaggio dei bambini bilingue?

sviluppo linguaggio bambini bilingueNumerosi studi di psicolinguistica hanno mostrato che le tappe fondamentali dello sviluppo del linguaggio sono simili nei bambini che acquisiscono una o più lingue. In particolare lo sviluppo fonologico e morfosintattico sono sovrapponibili nel bambino monolingue e in quello plurilingue. Ciò che può differire è il numero delle parole che un bambino bilingue conosce nelle diverse lingue. L’ampiezza del lessico nelle due lingue dipende dai diversi ambienti nei quali un bambino bilingue vive durante la giornata. Per il bambino monolingue non vi sono possibilità di scelta: egli utilizza lo stesso repertorio lessicale a casa e a scuola. Un bambino bilingue invece può essere favorito nell’utilizzazione di una lingua in particolari contesti e non in altri.

confusione bambinoSe un bambino utilizza a scuola una lingua diversa da quella utilizzata a casa, nella sua mente si formeranno associazioni più strette fra una determinata lingua e alcune persone, situazioni e ambienti. Finché è piccolo può trovare più difficile raccontare nella lingua della scuola esperienze accadute a casa.

Le difficoltà incontrare dai bambini bilingui in una scuola dove le insegnanti hanno una formazione monolingue, sono rilevanti. Uno degli errori più comuni che gli educatori monolingui commettono nei confronti dei bambini bilingui consiste nel giudicarli come se conoscessero soltanto una lingua, quella della scuola. In questo caso tutte le difficoltàbambino difficoltà che i bambini bilingui presentano a scuola, come ad esempio la difficoltà a esprimersi fluentemente, la difficoltà a utilizzare i termini più appropriati, la presenza di errori morfosintattici, eccetera, non vengono considerati come tappe dell’apprendimento scolastico di un bambino bilingue, ma piuttosto come segni di carenze.

I bambini bilingui possono avere uno sviluppo linguistico leggermente più lento dei bambini monolingue.

Tuttavia, recuperano in fretta, le fasi di sviluppo e il traguardo finale sono gli stessi che per il bambino monolingue. Ci possono mettere solo un po’ più di tempo.

cooperative learning e besPer questo periodo di assestamento si può valutare la necessità di elaborare un percorso individualizzato e personalizzato segnalando lo studente con bisogni educativi speciali, anche attraverso la redazione di un Piano Didattico Personalizzato che serva come strumento di lavoro in itinere per gli insegnanti ed abbia la funzione di documentare alle famiglie le strategie di intervento programmate.

Leggi anche..   Bilinguismo e disturbi specifici del linguaggio

Annunci

Un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...